Allume di Rocca

Un po’ di storia…

Le proprietà di questo minerale sono davvero innumerevoli. Già nel Medioevo si sapeva dell’esistenza dell’allume di potassio. La Repubblica di Genova, infatti, ne possedeva il monopolio e lo esportava nelle Fiandre per la lavorazione dei tessuti. Nello stesso periodo, l ‘allume ha acquisito un grande valore, fino ad arrivare al cospetto di papi, arcivescovi e re che ne apprezzavano le qualità.

Le sue applicazioni

Ad oggi, la pietra di allume di potassio (anche detta pietra di rocca naturale), trova ampia applicazione nel settore del benessere naturale, andandosi, per così dire, ad affacciare anche nell’estetica, cosmesi ed igiene.

Com’è ormai noto, il cattivo odore provocato dalla sudorazione è causato da un’intensa proliferazione batterica. La pietra di allume di potassio è un antibatterico naturale, per questo motivo una delle sue principali proprietà è quella di perfettodeodorante naturale, che non si limita, come gli altri deodoranti sintetici in commercio, a coprire l’odore o, ancor peggio, ad impedire la fisiologica sudorazione, ma va ad agire sulla causa, inibendo, cioè, attività e proliferazione di questi rei batteri, grazie alla sua componente salina che contrasta gli acidi che si possono inevitabilmente formare. Altro vantaggio, l’allume non lascia aloni sui vestiti, fattore importante per chi è abituato al formato stick! La pietra, inoltre, non unge e non appiccica. Non contiene alcool, sostanze chimiche esterne o gas, per cui, completamente ecologico.

Ma non è solo antiodore! L’allume presenta anche importanti proprietà calmante, lenitiva ed emostatica (impedisce ed arrestare le emorragie). Passato su qualunque parte del corpo, quindi, porta giovamento in caso di irritazioni ed eruzioni cutanee, rossori, bruciori e favorisce la cicatrizzazione dei tessuti in caso di piccoli tagli o abrasioni. Per questo motivo, si presenta come un ottimo amico della pelle dopo rasatura o depilazione, per eliminare il prurito dovuto alle punture di insetti (specialmente le fastidiosissime estive punture di zanzara), per la disinfezione e la cicatrizzazione di piccole ferite e per contrastare l’insorgenza di foruncoli. A questa lista, però, aggiungo un’altra applicazione (personalmente testata!) che può rivelarsi un importante consiglio estivo: passate la vostra pietra su spalle, schiena, braccia, petto ed ovunque abbiate preso molto sole. L’allume vi donerà subito una piacevolissima sensazione di freschezza e troverete sollievo anche nelle ore a seguire. In pochi giorni il bruciore sarà completamente scomparso!

E, come dicono gli Inglesi, last but not least, la pietra di allume è indicata anche per l’herpes labiale,  guarendo le labbra e facendo regredire l’herpes più velocemente.

Insomma, ecco dalla Natura un aiuto veramente a 360°

Fonte: http://livingonair.wordpress.com

Allume di rocca: definizione

Allume di rocca, allume crudo e allume di potassa sono tre termini elementari, dall’eguale significato, che semplificano una più complessa espressione scientifica “solfato doppio di alluminio e potassio dodecaidrato” (formula chimica: KAl(SO4)2): stiamo parlando di un sale, composto con alluminio e potassio, dell’acido solforico. Il termine allume di rocca deriva dal luogo in cui gli antichi greci estraevano il minerale (Rochka).
Da pochi anni a questa parte, l’allume di rocca ha preso piede nelle erboristerie e nelle profumerie come eccellente rimedio naturale al sudore, nonostante il suo potere deodorante fosse noto sin dall’antichità.
In questa breve disquisizione analizzeremo la composizione dell’allume di rocca, i suoi impieghi cosmetici e le sue proprietà benefiche.

Composizione e caratteristiche

L’allume di rocca è comunemente estratto dalla pietra di allume (o allumite); tuttavia, la materia prima può essere anche la bauxite, l’argilla o la creolite.
Chimicamente parlando, l’allume di rocca è – ricordiamolo ancora una volta – solfato di potassio e di alluminio con 12 molecole di acqua di cristallizzazione: solubile in acqua ed insolubile in alcool, l’allume di rocca presenta un elevato potere astringente, un sapore dolciastro o lievemente acido, e cristallizza in ottaedri regolari, monometrici ed incolori.

Il sale di rocca fonde a 92°C nella propria acqua di cristallizzazione. Portando la temperatura tra 93 e 200°C, l’allume di rocca viene precisamente chiamato allume calcinato o usto, un sale privato delle 12 molecole iniziali di acqua di cristallizzazione: per ottenere questo risultato, la temperatura elevata, facendo evaporare l’acqua, favorisce il rigonfiamento del minerale, che si trasforma in una massa porosa e spugnosa.

Proprietà ed impieghi

Il suo potere astringente e deodorante è sfruttato astutamente dall’industria profumiera, cosmetica, chimica e naturale, per la preparazione di prodotti anallergici, emostatici e deodoranti; le proprietà eccezionali dell’allume di rocca sono state persino sfruttate per rendere ignifughi alcuni tessuti, per sbiancare la pelle (nell’antico XVI secolo) e, attualmente, per purificare le acque.
Ma andiamo per ordine.
Nel settore cosmetico-profumiero e naturale, l’allume di rocca viene utilizzato come eccellente sostituto al classico deodorante ascellare: applicato più volte su pelle accuratamente detersa, ancora umida, l’allume di rocca esercita ottime proprietà deodoranti ed antibatteriche. Per il medesimo scopo, l’applicazione dell’allume di rocca è consigliata anche per ridurre il sudore ai piedi, riducendo – entro certi limiti – il cattivo odore.

Il potere deodorante dell’allume di rocca viene utilizzato anche per assorbire i cattivi odori del frigorifero: reperibile sottoforma di polvere finissima (proprio come il comune sale da cucina), si consiglia di riporre in frigorifero una tazzina o un bicchierino da caffè riempito con la polvere di allume.

 

Come può un sale esercitare un’azione deodorante?
In caso di sudorazione abbondante, l’allume di rocca riduce l’odore esalato dal corpo esercitando un effetto antitraspirante: l’azione astringente che il minerale espleta (eccellentemente) sulla pelle determina il blocco (temporaneo) delle ghiandole sudoripare. L’elevato potere osmotico, inoltre, induce la morte delle cellule batteriche.

 

L’industria profumiera sfrutta anche le proprietà lenitive dell’allume di rocca: non a caso, alcune cerette depilatorie utilizzate nell’estetica vengono formulate proprio con le polveri dell’allume di rocca. Anche alcune creme lenitive sono prodotte con le polveri di questo sale.
I cristalli di questo importantissimo minerale sono utilizzati anche nella composizione di alcune polveri per estintori (foamite); per questo motivo, le proprietà ignifughe dell’allume di rocca sono sfruttate anche per la preparazione di materiali resistenti al fuoco.
Tra gli altri impieghi terapeutici, l’allume di rocca viene utilizzato per il suo potere astringente, come blando emostatico (reperibile in apposite penne), da applicare sulla pelle dopo la rasatura per prevenire le emorragie da eventuali taglietti. Le proprietà astringenti del minerale, associate a quelle disinfettati, vengono utilizzate anche come rimedio naturale alle afte, e come blando emostatico per arginare il sanguinamento provocato da un morso di un animale.
Per rimediare al sanguinamento nasale, è consigliato tamponare la zona con un panno imbevuto di una soluzione di allume: le proprietà astringenti del materiale, ancora una volta, sono utilizzate per bloccare il sanguinamento. Ancora, le straordinarie capacità astringenti dell’allume di rocca sono sfruttate per la preparazione di creme propagandate come “miracolose” per la cura delle emorroidi e per prevenire il sanguinamento delle gengive.
Anche in campo medico l’allume di rocca riveste il suo ruolo di prestigio: molti vaccini, infatti, sono formulati proprio con le polveri di questo minerale, come coadiuvante per incrementare la risposta dell’organismo agli immunogeni (sostanze estranee all’organismo, in grado di suscitare una risposta immunitaria specifica). L’allume di rocca trova, in questo caso, applicazione nei vaccini anti epatite A e anti epatite B.
Tra le proprietà più impensabili, spicca anche il potere spermicida del minerale: sembra, infatti, che una soluzione allo 0,5-1% di allume di rocca possa uccidere, in qualche modo, gli spermatozoi.

 

Cosa fare in caso di ingestione involontaria di Sali di allume di rocca
L’ingestione di particelle di allume di rocca può provocare diarrea, vomito, crampi addominali ed altri disturbi di natura gastrointestinale: in simili circostanze, si raccomanda di assumere liquidi emollienti (es. latte) associati ad un antiacido. Nel caso la quantità ingerita di allume di rocca fosse importante, si raccomanda di rivolgersi immediatamente al medico, che provvederà a somministrare un antidoto.
 
Fonte: http://www.my-personaltrainer.it/benessere/allume-di-roccia.html
 
 
Nota di Lore: Ricordo che questo minerale, bloccando temporaneamente la sudorazione, è controindicato nel lungo periodo, in quanto sudare è una necessità naturale del corpo.
 
Deodorante Stick - Allume di Potassio Neutro - 60 g
Allume di Potassio Talco

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

2 comments

  1. SDEI says:

    Ciao Laura,

    molto interessante questo articolo, come del resto anche TUTTI gli altri;

    come mai cerco di telefonarti da settimane e NON riesco a contattarti,

    hai per caso cambiato numero o NON vuoi ESSERE “disturbata” !!!???

    Aspetto, una Tua chiamata ho tante cose da dirti & chiederti !!!

    NAMASTE’

    Sergio

    • Laura says:

      Caro Sergio,
      ho passato un periodo molto sofferto per questo ho staccato il telefono.
      Sono stata male tutto il periodo di Natale e oltre per un mese intero. Ora mi sono ristabilita e voglio tornare alla carica, sebbene sia sempre piena di impegni e imprevisti 🙂 ma va bene così.
      Ci sentiamo presto! Ora anche in Stampa Libera probabilmente.
      Un caro abbraccio.
      Laura

Lascia un commento