Il quadrante Bovis

 

Per la pubblicazione di questo articolo ringrazio il mio fratello spirituale e amico Sergio Boschian che mi ha fatto conoscere questo straordinario sistema di misurazione energetica.
Laura

 

Il quadrante Bovis

Il quadrante Bovis permette di misurare la “vibrazione” di un luogo, di un essere vivente o di un oggetto in base alla convenzione più utilizzata in radiestesia: le “unità Bovis”.
Il quadrante originale è in forma di righello orizzontale, ma è stato in seguito trasformato in semicerchio, forma più logica e pratica per un utilizzo con il pendolo.

bovis_a647g9z1

Nota: spesso i risultati sono diversi a seconda della persona che effettua la misura a causa della mancanza di riferimenti comuni. Si tratta quindi di una misura relativa, e non assoluta: vale esclusivamente per chi misura! Chi misura avrà comunque dei valori costanti e attendibili, per cui potrà fare tranquillamente tutte le sue valutazioni. Naturalmente più persone possono essere, per così dire, tarate in maniera simile ed ottenere valori analoghi.

 

Come si usa

Si lancia il pendolo da sinistra a destra, sulla linea del punto Zero, e si chiede: “Qual è la vibrazione in unità Bovis di (questa persona, questa stanza, il luogo preciso in cui mi trovo, questa pianta, questa musica, questo oggetto…).
Il pendolo si muoverà verso il valore corrispondente.

Per l’essere vivente gli studi di Bovis hanno stabilito che il tasso vibratorio normale si situa tra le 6.500 e le 9.000 unità.
Attenzione: lo scopo non è ottenere il tasso vibratorio più elevato possibile (il meglio è nemico del bene…). Per stabilire se un luogo o un oggetto sono positivi per noi si ricercherà in generale un tasso vibratorio leggermente superiore al proprio tasso medio.
Il Biometro di Bovis è uno strumento di misura indispensabile per chi studia le bio-energie. Esso è suddiviso in quattro zone: da 0 a 6.500 unità, da 6.500 a 10.000, da 10.000 a 14.000 e da 14.000 a 18.000 unità Bovis. Naturalmente il grafico può essere esteso fino a valori di 36.00-40.000 unità, adatti per la misura di oggetti (ad esempio l’anello di Atlante) e luoghi (ad esempio la chiesetta di Avenas nel Beaujolais) particolarmente radianti.
Nella scala Bovis il riferimento di base è di 6.500 unità, misura media dell’essere umano in buona salute. Qualunque misura inferiore indica una perdita di energia, qualunque misura superiore indica un guadagno, una riserva di energia.

 

scala_bovisScarica qui l’immagine in alta definizione della scala Bovis

 

Esistono tre “riferimenti/settori” vibratori:

1° Settore: settore fisico, che va da 0 a 10.000 unità, che darà l’intensità di un luogo la cui vibrazione avrà un effetto sul fisico dell’essere umano.
2° Settore: settore energetico; si supera il concetto di Bovis e si penetra nel campo del mondo energetico, chiamato anche corpo eterico. Questo settore va da 10.000 a 14.000 unità.
3° Settore: settore spirituale; si penetra sottilmente nel campo spirituale e in un universo esoterico che può essere misurato nei luoghi sacri. In Egitto le misurazioni sulla piramide di Cheope hanno dato valori che andavano dalle 28.000 alle 30.000 unità.

Il Tasso Vibratorio corrisponde ad una intensità energetica, vale a dire ad uno scambio tra i diversi elementi di tutto ciò che esiste. Noi siamo composti di energia densa e viviamo in un “bagno” di energia. Esiste un’interazione permanente tra questi diversi tipi di vibrazione. Nell’universo e su questo pianeta nulla è “neutro”, tutto agisce su tutto; l’individualismo energetico non esiste, e questo è il motivo per cui qualunque nostra azione, quale che sia la sua forma, agisce e a volte modifica ciò che ci circonda.

bovis1
Il righello Bovis originario

 

> Cerca il tuo Pendolo !

 

Fonte: http://www.ilcielodinut.it/quadrante-radiestesia-bovis.html

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *